LUNEDÌ 9 novembre 2009

Ore 900 accoglienza all’Istituto Italiano di Cultura, Varsavia, ul. Marszałkowska 72

Saluto degli organizzatori: Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia e del Direttore del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Varsavia

Introduzione al convegno di Hanna Serkowska 930

Sessione plenaria (10001300) (tempo di parola 30 min., 15 min. dibattito)

1. Alberto Casadei, Realismo e allegoria nel romanzo italiano contemporaneo
2. Raffaele Donnarumma, Angoscia di derealizzazione. Sui concetti di fiction e non fiction
3. Margherita Ganeri, Reazioni allergiche al concetto di realtà. Riflessioni sul dibattito suscitato dal n. 57 di
4. Alessandro Perissinotto, Grandezza e limiti del poliziesco di denuncia

Pausa pranzo – buffet all’IIC (1300-1400)

Sessioni parallele (14001900) (Tempo di parola 20 min. e 10 di dibattito)

Sessione A

I. La realtà (f)a scuola (il realismo e la gioventù)
1. Monica Jansen, La verità della gioventù a partire da Mia sorella è una foca monaca di Christian Frascella
2. Gabriella De Angelis, Il sopravvissuto di Antonio Scurati, ovvero ‘ogni memoria è falsa’
3. Stefania Ricciardi, Dall’altra parte dell’adolescenza: la realtà immateriale di Giorgio Vasta
II. Ibridazione e altre sperimentazioni formali
1. Flaviano Pisanelli, Il ‚magma lucido’ di Petrolio. Storia, narrazione, realtà.
2. Emanuele Zinato, Ibridazione fra generi e saggismo
3. Estelle Paint, Asce di guerra di Ravagli e Wu Ming

Pausa caffè (1630-1700)

III. Dal rilancio del rosa e del noir, alla “paraletteratura”
1. Fulvio Senardi, „Rosa Moccia”. Il romanzo neo-sentimentale, tra convenzionalità di genere e restaurazione ideologica
2. Giuliana Pias, Dalla fiction alla non-fiction in Mi fido di te di Francesco Abate e Massimo Carlotto
3. Marialaura Chiacchiarelli, Perdas de Fogu: il Mediterraneo di Carlotto si tinge di nero.
4. Yasmina Khamal, Il racconto-saggio Navi a perdere: un esempio di faction lucarelliana
5. Łukasz Berezowski, Fantapolitica: le opere di Agente italiano

      Sessione B

I. I “classici” del tardo 900
1. Stefania Lucamante, „Una continua tendenza dell’immaginazione”: il realismo come possesso della realtà nella scrittura di Simona Vinci, Melania Mazzucco e Valeria Parrella
2. Nathalie Marchais, “Il mondo visto dai ragazzini”
3. Marta Forno, La trilogia delle metamorfosi di Camilleri – l’elemento mitologico e fiabesco evocano e convocano il reale
4. Jola Dygul, Tra fiction e non-fiction nelle opere di Dario Fo
II. Troppi paradisi (sessione su Walter Siti)
1. Davide Luglio, Troppi paradisi: ovvero la rappresentazione della realtà sostituita dall’immagine della realtà
2. Alessandra Grandelis, «Disintossicarmi dall’indifferenza»: Siti e rappresentazione della realtà nel reportage Il canto del diavolo
3. Carlo Tirinanzi de Medici, Veridicita ed effetto di vero: l’universalismo della prosa in Walter Siti

Pausa caffè (1630-1700)

III. Problemi di sociologia e/della letteratura
1. Silvia Contarini, Letteratura migrante femminile, tra scrittura di sé e riscrittura del mondo
2. Marina D’Amato / Milana Gammaitoni, Romanzi bestseller e globalizzazione dell’immaginario: uno studio di caso dal 1998 al 2008
3. Carmela Lattieri, La necessità di esperire la realtà dell’immigrazione. I reportages di F. Gatti e M. Rovelli tra fiction, faction e denuncia

Ore 2000 Cena sociale